Tutorial Riparare Hard disk Maxtor STM3500320AS stato Busy

ULTIMO AGGIORNAMENTO: Per chi non volesse seguire il tutorial e date le continue richieste vi comunico che offro assistenza tecnica per la riparazione del vostro hard disk. Vi lascio il mio contatto per richiedere un preventivo con garanzia soddisfatti o rimborsati:



Nel precedente articolo ho raccontato la mia avventura con il mio hard disk maxtor STM3500320AS . Dopo varie ricerche alla fine ho trovato la soluzione e sono riuscito a sbloccare l’hard disk dallo stato di busy.

Riassunto: Il problema principale e che molti modelli della maxtor e di conseguenza anche della saegate (che ha acquisito la maxtor e così anche i suoi difetti) , se non si aggiorna il firmware, dopo un pò tendono a bloccarsi , ovvero ad entrare in uno stato di busy. Questo problema impedisce all’hard disk di essere rilevato dal bios, ma per fortuna tutti i dati presenti rimangono in tatti e possono essere recuperati .

In questo articolo , presenterò un tutorial sulla procedura completa per poterlo sbloccare dallo stato di busy. Molti riferimenti di questo tutorial sono stati presi da questo link.

Prima di descrivere le varie fasi, vi riassumerò in breve quello che faremo. Ci muniremo di  una specie di kit a cui collegare il nostro hard disk all’interfaccia seriale di un pc funzionante (in caso non avessimo un interfaccia seriale , utilizzeremo un adattatore usb ) . Stabilito il collegamento mediante l’interfaccia seriale, invieremo del particolari comandi all’hard disk mediante un software che si chiamerà HyperTerminal (o simili).

La procedura di sblocco lo documentata anche su youtube in 2 fasi. Sotto questi invece troverete la fase descritta in dettaglio.

Continua a leggere….




VIDEO 1°FASE: RIPARARE HARD DISK MAXTOR STM3500320AS


1°PASSO : PREPARIAMO GLI INGREDIENTI


Ovviamente questa non è una ricetta di cucina , ma in realtà è un pò come se lo fosse. Infatti il primo passo per procedere allo sblocco dello stato busy del nostro hard disk maxtor, è quello di munirci di tutto il  necessario . Quello che ci servirà sarà

  1. Il nostro Hard disk Maxtor STM3500320AS (ovviamente )
  2. Cacciavite TORX 6 . E’ un cacciavite particolare, simile a quello a stella. Se non l’avete, dovete procurarvelo. Vi servirà per smontare la scheda logica dell’hard disk (nulla di complesso tranquilli). A tal merito ringrazio il mio amico Giuseppe , per avermene procurato uno . I love you XD
  3. Un interfaccia che si preoccuperà di collegare il nostro hard disk maxtor al pc , affinchè possiamo comunicare con di esso  poter inviare dei determinati comandi, al fine di poterlo sbloccare. Esistono diversi modi per poter creare questo interfacciamento. La soluzione che ho ritenuto più pratica è quello di comprare questo kit da ebay dal venditore roto5977:
    INTERFACCIA SERIALE MAX3232 RS232 TTL 3V SEAGATE MAXTOR
    (in caso il link non dovesse più funzionare cliccate sul nome del venditore e vedete le sue ultime aste)


    Il kit l’ho pagato 26.50€ (spedizione incluse) ed è arrivato in 2/3 giorni lavorativi.

  4. Adattatore Serial To USB. Nel caso il vostro pc non supporta una porta seriale, potremmo utilizzare un adattatore usb che permetterà di collegare l’interfaccia citata sopra mediante una porta usb. La trovate facilmente su ebay. Fate solo attenzione che in genere il supporto nativo a windows 7 non è garantito. Ma per ovviare al problema basta scaricare i driver relativi su internet. In ogni caso io ho comprato l’adattatore da questo link (clicca qui) dal venditore blioblao. Noterete che nella descrizione c’è scritto “non compatibile con windows 7” . Per ovviare al problema potete scaricare i driver da questo link (clicca qui)
    L’adattore usb l’ho pagato 6.50€ (spedizione incluse) ed è arrivato in 4 giorni lavorativi.
  5. Un pezzo di cartoncino o una copertina cd di plastica da utilizzare come isolante (capirete dopo a cosa vi serve)

  6. Una fonte di alimentazione per il vostro hard disk. Per questo andrà più che bene utilizzare la presa di alimentazione che deriva dalla scheda madre del vostro pc fisso.


2°PASSO : INSERIRE L’ISOLANTE


Smontiamo la scheda logica del nostro hard disk, con il cacciavite TORX 6 e inseriamo il nostro isolante tra la scheda logica e il contatto dell’hard disk su cui essa appoggia (vedi foto).


Sotto la vita evidenziata in rosso si trova il contatto che dobbiamo isolare.
La foto è stata presa dal sito netforyou.it.


Dopo aver svitato tutte le inviti e inserito l’isolante, vitiamo il tutto tranne la vite dove è situata l’isolante.
La foto è stata presa dal sito netforyou.it.

Questo servirà per evitare che la scheda logica e l’hard disk non possano comunicare inizialmente . Questo isolante, verrà poi tolgo durante la seconda fase, affinché la scheda logica e l’hard disk possano ritornare a comunicare fra loro. Infatti il collegamento tra i due avviene semplicemente per “contatto” (senza salture etc).  E’ un operazione apparentemente strana, ma è così :).


3°PASSO : COLLEGARE IL KIT


Prendiamo ora il nostro kit, come noterete ci saranno 4 pin da collegare all’interfaccia seriale dell’hard disk maxtor. In realtà di questi 4, ne collegheremo solo 3 ovvero RX (Cavo verde), TX (Cavo Giallo) e il GND (Cavo nero). La cosa è semplicissima , basta che seguite questo schema che ho preparato per l’occasione.  Spero sia abbastanza  intuitivo. Potete aiutarvi anche guardando il video di sopra. Solo un accorgimento, per trovare il giusto orientamento , assicuratevi che l’interfaccia sata e l’interfaccia alimentazione si trovano a destra dell’interfaccia seriale.

Prima di procedere alla fase successiva, dobbiamo alimentare l’hard disk. Per fare questo andrà più che bene utilizzare la presa di alimentazione che deriva dalla scheda madre del vostro pc fisso.  Questo significa che utilizzeremo ad esempio il portatile con il sistema operativo funzionante e a cui interfacceremo il nostro hard disk e un altro computer (fisso) per alimentare l’hard disk (questa è la soluzione che ho usato io)

Ovviamente preparate bene lo spazio su cui lavorare, perchè la situazione diventerà al quanto incasinata.

Bene ora siamo pronti per la seconda fase successiva.

VIDEO 2°FASE: RIPARARE HARD DISK MAXTOR STM3500320AS

In questa seconda fase, come già accennato precedentemente, invieremo all’hard disk diversi comandi al fine di poterlo sbloccare, mediante un software.Esistono molti software che si preoccupando di fare questo, nel mio caso ho scelto il primo che mi capitasse a tiro , ovvero HyperTerminal (clicca qui per scaricarlo)

Noterete che è una versione che dura 30 giorni, ma per quello che ci serve, non ci interessa. Esso è compatibile con windows Vista e Windows Seven.

Prima di aprirlo, assicuriamoci di aver collegato il nostro hard disk al computer mediante l’interfaccia seriale , assicuriamoci che l’interfaccia seriale sia stata rilevata correttamente e che l’hard disk sia alimentato.

Bene. Ora siamo pronti per procedere:


4°PASSO : CONFIGURARE L’INTERFACCIA


Apriamo HyperTerminal. All’inizio ci verranno chieste una serie di cose, annullate il tutto fino a quando vi trovate a questa schermata principale

Adesso clicchiamo su File ->Properties e apparire questa schermata

Selezioniamo la porta in “connect using” della nostra interfaccia seriale e clicchiamo su “Configure”. La prossima schermata che apparirà sarà questa.

Accertiamo di configurare i dati così come segue nella figura, ovvero :

  • “Bit per Secondo” : 38400
  • “Bit di dati” : 8
  • “Parità”: Nessuno
  • “Bit di stop”: 1
  • “Controllo di flusso”: Nessuno

Infine spingiamo su OK , e stabiliamo la connessione.


5°PASSO : INSERIRE I COMANDI


Siamo pronti per la fase che ritengo più figa di tutte XD .

Spingiamo CTRL+Z e sul terminale apparire la scritta

F3 T>

Adesso dobbiamo accedere al secondo livello dell’hard disk, digitando

F3 T>/2 (enter)

facendo apparire al video :

F3 2>

Adesso bisogna fermare il motore dell’hard disk (anche se questo in realtà è già fermo), con il comando:

F3 2>Z (enter)

facendo apparire al video:

Spin Down Complete Elapsed Time 0.147 msecs (the time will vary here)

F3 2>

Adesso, dovrete togliere il pezzo di cartoncino dall’hard disk e riavvitare la vite, in modo da ricreare il collegamento tra l’hard disk maxtor e la scheda logica. Fate attenzione a essere molto delicati e a non staccare l’alimentazione accidentalmente.

Ora per far ripartire l’hard disk digitate il seguente comando:

F3 2>U (enter)

A questo punto sentirete il motore dell’hard disk rimettersi in moto e leggerete una cosa simile a questa

Spin Up Complete

Elapsed Time 7.093 secs

F3 2>

Ora andate al livello 1 dell’hard disk digitando il comando:

F3 2>/1 (enter)

Dobbiamo cancellare lo stato S.M.A.R.T. e ricreare il settore con il comando:

F3 1>N1 (enter)

Fatto questo cancelliamo la G-LIST (non so neanch io di cosa sto parlando, ma basta farlo :P) con questi 2 comandi

F3 1>/T (enter)

F3 T>i4,1,22 (enter)

Adesso arriva una fase molto importante. Dobbiamo staccare l’alimentazione dell’hard disk e dopo 10 secondi circa riattivarla. E infine premiamo di nuovo CTRL +Z per collegarci all’hard disk.

Riotteremo ai prompt dei comandi la scritta

F3 T>

Infine date l’ultimo comando

F3 T>m0,2,2,,,,,22 (enter)

e se tutto è andato a buon fine leggerete questo messaggio di conferma

Max Wr Retries = 00, Max Rd Retries = 00, Max ECC T-Level = 14, Max Certify Rewrite Retries = 00C8 User Partition Format 10% complete, Zone 00, Pass 00, LBA 00004339, ErrCode 00000080, Elapsed Time 0 mins 05 secs User Partition Format Successful – Elapsed Time 0 mins 05 secs

Bene abbiamo finito :) . Possiamo staccare il nostro hard disk e collegarlo normalmente al nostro case . Se qualcosa è andato storto, rifate la procedura e assicuratevi di alimentare l’hard disk e che l’interfaccia seriale venga rilevata correttamente.


6°PASSO (facoltativo) : AGGIORNARE IL FIRMWARE


Il passo successivo è strettamente consigliato se non volete ritrovarvi con l’hard disk nuovamente bloccato. Dopo che avete collegato l’hard disk  e vi siete assicurati che la procedura è andata a buon fine , dobbiamo aggiornare il firmware del nostro hard disk.
Per fare questo, andate su questo link e scaricatevi il firmware.
Potete scaricare o il .exe oppure l’iso da masterizzare. Io ho scelto la soluzione dell’iso. Quando masterizzate l’iso su un cd, riavviate il computer e verrà avviata una schermata per aggiornare il firmware.

Con questo abbiamo concluso, se avete bisogno di aiuto lasciate pure i vostri commenti sotto a questo articolo. Buona riparazione :)

61 Comments

  1. luca-
    25 febbraio 2013 at 15:07

    salvecome gia letto sopra anche ad altri succede che dopo aver dato il comando i4,1,22 esce subito sotto la barra con F3 T> e staccando l’alimentazione  e riattaccandola 10 secondi dopo non si ha piu la possibilità di dare nessun comandocome si risolve questo problema?grazie in anticipo se qualcuno mi risponderà

  2. Ernesto-
    27 febbraio 2013 at 14:37

    Salve a tutti,
    ho messo in pratica questo tutorial per salvare i dati di un Seagate ST3750528AS Barracuda 7200.12.
    Ma quando sono in  HyperTerminal ed esattamento dopo aver dato il comando N1 non riesco più
    ad andare avanti e mi viene all’infinito il messaggio:
    Init SMART Fail
    LED:000000CC FAddr:0024E481.
    e l’hard disk emette un rumore metallico tipo ticchettio.
    Premetto che non lo vedo dal Bios  quando lo collego normalmente al pc e non emette nessun
    rumore strano se non il classico ronzio della rotazione del motorino.
    Chi ha avuto lo stesso problema?
    Grazie
     

  3. Alessandro-
    23 marzo 2013 at 11:18

    ciao e complimenti pe rla guida, ben fatta. l’ho seguita passo passo per il mio seagate 7200.11 ma, come per altre, il problema per me si pone con hyperterminal che, dopo il comando xtrl+z, non mi rende il prompt dei comandi lasciando la schermata completamente bianca. sai dai una indicazione? grazie.

  4. Andrea-
    31 marzo 2013 at 10:46

    Ciao vorrei sapere se la guida funziona anche con HD differenti da quello che hai usato tu?Io ho un STM3320820A e la parte dietro relativa ad alimentazioni e connessioni è molto diversa, potresti aiutarmi? Grazie.

  5. Luigi-
    27 agosto 2013 at 09:44

    Salve a tutti,
    come è successo a Ernesto (27 febbraio),
    ho messo in pratica questo tutorial per salvare i dati di un Seagate ST3750528AS Barracuda 7200.12.
    Ma quando sono in HyperTerminal ed esattamento dopo aver dato il comando N1 non riesco più
    ad andare avanti e mi viene all’infinito il messaggio:
    Init SMART Fail
    LED:000000CC FAddr:0024E481.
    e l’hard disk emette un rumore metallico tipo ticchettio.
    Premetto che non lo vedo dal Bios quando lo collego normalmente al pc e non emette nessun
    rumore strano se non il classico ronzio della rotazione del motorino.
    Chi ha avuto lo stesso problema?
    Grazie

  6. Giovitle-
    22 settembre 2013 at 15:14

    Salve mi e’ arrivato il kit per collefare i tre cavi all’hd ,adesso ho notato che dietro hd doce ci sono i 4 pin ci sono 2 spinotti bloccati da un pezzettino minuscoo di plastica che copre i due che blocca due contatti dei quattro contatti , la domanda e’ lo devo rimuovere questo blocco di palstica o no ? grazie mille non vorei causare altri danni.

  7. carmelo parello-
    13 gennaio 2014 at 17:36

    Complimenti per l’ottima ed esaustiva guida alla riparazione. Ho un laboratorio pieno di questi maledetti hd di cui la metà sono già busy (10). Adesso vorrei aggiornare i firmware di quelli ancora funzionanti e riparare gli altri con la procedura. Il problema che il nuovo firmware mx15 non riesco a trovarlo. Nel sito Seagate c’è scritto che il nuovo è mx15 ma l’unico download è quello del vecchio firmware difettoso mx1a (credo si chiami).
    Avresti una copia del nuovo firmware o sai qual è il link da cui posso scaricarlo.
    grazie anticipatamente

  8. Fabio-
    25 gennaio 2014 at 17:59

    Ha funzionato alla perfezione, ho di nuovo il mio HD funzionante :)

    Grazie

Leave A Comment